SARDEGNA, STRAGE DI CANI: "NIENTE ANIMALI NELLE CASE DEI KILLER"

La Lav chiede di mettere a punto ordinanze interdittive

SARDEGNA, STRAGE DI CANI:
 
La Lav va all'attacco contro l'avvelenamento di cani in Sardegna. L'ultimo caso pochi giorni fa nella zona di Rio San Girolamo, a Capoterra (Cagliari) ma il più eclatante - 16 animali uccisi - è accaduto la settimana scorso a Nurachi, in provincia di Oristano (ecco l'articolo: http://www.nelcuore.org/blog-associazioni/item/nurachi-oristano-i-suoi-cani-disturbano-allevatore-li-uccide.html). La Lega anti vivisezione ha chiesto al sindaco di Nurachi di emanare un'ordinanza che disponga il divieto di detenzione di animali nei confronti dell'autore dell'avvelenamento e di attivare una campagna informativa, oltre a sensibilizzazione sul territorio. Non solo: è stato sollecitato anche un incontro con il presidente della Regione Francesco Pigliaru per valutare l'opportunità e le modalità di promuovere azioni concrete per il rispetto di tutti gli esseri viventi. "Questi gravi casi di avvelenamento di randagi dimostrano come ormai la pratica di spargere veleno sul territorio sia un'emergenza che le istituzioni non possono più ignorare - sottolinea Emma Piga, referente Lav Cagliari - Le autorità locali devono mettere in atto quegli interventi urgenti, come la mappatura e la bonifica del territorio colpito dai veleni, per mettere in sicurezza animali e persone".
 

Commenti

Post più popolari