Margot non trova famiglia, ma è un talento del disc-dog

Un continuo andare e venire, passando da una casa all’altra. Un passato fatto anche di maltrattamenti, ma ora a Cavour ha trovato il giusto equilibrio

Margot e Eva Minatel durante una gara
Margot era un cane che nessuno voleva. Un cane giovane, di soli quattro anni, splendido incrocio fra un pitt-bull e un cane da caccia. Salvata dal Sud Italia, Margot era uno dei tanti “viaggi della speranza”: quei cani che, grazie ad amorevoli volontari, vengono tolti dalla strada o da canili-lager e portati dal Sud al Nord nella speranza che trovino una casa. Dopo una prima adozione che non ha funzionato, Margot è approdata al Rifugio di Cavour dove si è fermata per circa 6 mesi. Dopo una seconda adozione andata male Margot è nuovamente tornata in rifugio. Ancora qualche mese passato in canile e Margot è stata adottata dall’Oasi per l’Educazione Cinofila del Rifugio di Cavour e, in particolare, da una delle educatrici cinofile della struttura, Eva Minatel. Ora è parte integrante del branco di cani dell’Oasi.

Continua qui

Commenti

Post più popolari