Il primo incontro fra un cavallo e un bimbo con la sindrome di Williams

L’animale aiuterà il piccolo Erez a migliorare la sua capacità di entrare in contatto con le persone

Un fotogramma tratto dal video del primo incontro fra Erez e il cavallo
Chi soffre della sindrome di Williams è molto socievole, aperto verso chiunque così come si farebbe con gli amici più stretti. Una malattia genetica che comporta anche un ritardo di crescita, un invecchiamento precoce e un aspetto del volto che rende le persone simili agli elfi: tratti grossolani, con palpebre edematose, bocca larga con labbra carnose, guance paffute con mandibola piccola.

Continua qui

Commenti

Post più popolari