sabato 27 dicembre 2014

Il cane Bela vivrà, nonostante il testamento

Il buon senso e la campagna sul web #SaveBela hanno salvato la vita del Pastore Tedesco che rischiava di essere cremato per essere sepolto con la proprietaria morta a novembre



Bela vivrà e trascorrerà il resto della sua vita in un santuario per animali nello Utah. È questo uno dei tanti miracoli o regali del Natale appena passato. La sua storia aveva fatto il giro del mondo: il cane, un Pastore Tedesco di nove anni, rischiava di essere soppresso per eseguire le volontà della sua proprietaria morta a fine novembre che lo voleva cremato e sepolto con lei. In realtà, nel testamento, la signora Connie Ley aveva previsto anche altre due ipotesi alternative: il cane avrebbe potuto vivere se un suo amico, designato come esecutore testamentario, si fosse preso cura di lui oppure se il quattrozampe fosse stato affidato alla Best Friends Animal Society (Bfas), in un santuario-rifugio per animali nello Utah dove i cani non vengono soppressi se non vengono adottati.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento