sabato 22 novembre 2014

I Loris Lenti, dolci animali dal triste destino

«Vi presentiamo un Loris Lento, un piccolo primate che vive nelle giungle del sud-est asiatico. Dietro la sua caratteristica espressione facciale, che lo rende così buffo e attraente, si nasconde un mercato di incredibile violenza e crudeltà». Inizia così il racconto pubblicato su Facebook dall’associazione Essere Animali per porre l’attenzione su un fenomeno che purtroppo si sta diffondendo fra i ricchi occidentali che hanno iniziato a richiederlo come animale da compagnia». Una richiesta di mercato e, come sempre accade, a pagarne le conseguenze sono gli animali. «I Loris - continua l’associazione - vengono catturati nel loro ambiente naturale e gli vengono strappati i denti affinché non possano mordere. Stipati in minuscole gabbie, finiscono in vendita nei mercati o affidati a trafficanti senza scrupoli. Purtroppo molti di loro non reggono questo stress e muoiono durante la cattura o nei giorni successivi; tanti altri perdono la vita dopo poco, per infezioni o a causa dell’alimentazione scorretta».

Il video

Nessun commento:

Posta un commento