lunedì 15 settembre 2014

Orsa Daniza, la Procura Trento apre un’inchiesta per il reato di “uccisione di animale protetto”

Riguardo ai suoi cuccioli, l’ipotesi di reato potrebbe essere quello di maltrattamento di animale. Al momento nessuna persona risulta inserita nel registro degli indagati

Dopo l’indagine avviata dal Corpo forestale dello Stato, anche la Procura di Trento ha aperto un’inchiesta in merito alla morte dell’orsa Daniza. Le indagini, delegate alla sezione di polizia giudiziaria, saranno seguite personalmente dal procuratore capo di Trento Giuseppe Amato che per la prossima settimana ha convocato un vertice fra inquirenti e rappresentanti della Provincia e del Corpo forestale incaricato della cattura dell’orsa.

Al momento nessuna persona risulta inserita nel registro degli indagati e pochi sono gli elementi in mano agli inquirenti che attendono gli esiti dell’esame autoptico sull’animale, già eseguito all’Istituto zooprofilattico delle Venezie.

Il reato ipotizzato è quello di uccisione di animale protetto, che nel caso di mancanza di dolo - ovvero la volontà di uccidere - prevede una pena da uno a sei mesi. Riguardo ai cuccioli di Daniza, l’ipotesi di reato potrebbe essere quello di maltrattamento di animale. Da valutare sarà la loro reale capacità di sopravvivere senza la madre.

Continua qui


Chiambretti: adotto io i cuccioli di Daniza

 

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento