giovedì 8 dicembre 2016

Clima, allarme per lʼorso polare: "Entro 35 anni sparirà un terzo degli esemplari"

Secondo gli epserti, la perdita di ghiaccio artico dovuta allʼaumento delle temperature rappresenta la prima minaccia alla sopravvivenza della specie

 

Nel giro dei prossimi 35-40 anni un terzo dei 26mila orsi polari che oggi resistono nell'Artico sparirà per effetto del surriscaldamento del pianeta, che ai Poli raggiunge i livelli più elevati. L'allarme è stato lanciato dall'Iucn (Unione internazionale per la conservazione della natura), secondo cui la perdita di ghiaccio dovuta all'aumento delle temperature rappresenta la prima minaccia alla sopravvivenza della specie.

Per gli orsi bianchi il ghiaccio marino è la piattaforma ideale di caccia, sulla quale catturano le foche quando emergono dal mare per respirare. Un'abitudine che nei mesi caldi consente di fare scorte di grassi per affrontare l'inverno. Nell'Artico, tuttavia, la perdita di ghiaccio marino prosegue senza sosta.

Continua qui


Nessun commento:

Posta un commento