martedì 15 marzo 2016

Ha perso una gamba per una pallottola, ora è diventato un cane da pet therapy


Era fine anno del 2015 quando la Louisville Metro Animal Services (Lmas) ha ricevuto una telefonata per un American Pit Bull Terrier era stato colpito da un proiettile alla zampa. Le sue condizioni erano gravi e l’ospedale veterinario dove i volontari l’hanno portato hanno subito proposto l’eutanasia come soluzione meno dolorosa per il cane.

Però la veterinaria dell’associazione non è stata d’accordo con quella soluzione e ha deciso di dargli antidolorifici e di bendargli la gamba. Una scelta che non poteva andare avanti a lungo, ma almeno era un’alternativa all’eutanasia.

Il tempo però era prezioso, ma non si trovava una struttura che si potesse prendere cura di lui. Leslie Hwak, la responsabile per le pubbliche relazioni della Lmas, è rimasta molto colpita da quel cane che, nonostante avesse ancora un proiettile nella gamba, scodinzolava quando la vedeva. Un amore a prima vista che ha spinto la donna ad adottare Yankee, così come ha deciso di chiamarlo, per evitare che venisse sottoposto a eutanasia.


Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento