lunedì 4 gennaio 2016

Pescatori sardi uccidono gabbiano legando al suo collo un petardo

SINISCOLA (NUORO). La sua colpa era solo quella di essere un po’ troppo ghiotto di pesce fresco, possibilmente ancora vivo. Il suo errore quello di essersi fermato su un peschereccio al lavoro a poche miglia dalle coste della Sardegna orientale. Il povero gabbiano è stato catturato mentre tentava di mangiare e così ha subìto una punizione crudele. I due pescatori che lo hanno preso gli hanno legato un potente petardo intorno al corpo e dopo aver innescato la miccia lo hanno fatto volare.
Quello che è successo per effetto dell’esplosione è molto facile da immaginare, ma per dimostrare al mondo tutta la loro bestialità i due pescatori hanno ripreso (e commentato con ironia) la scena con un telefonino e poi hanno pubblicato il video su Facebook. Sotto le immagini del “gabbiano kamikaze”, così è stato intitolato questo orribile filmato, i commenti sono diventati centinaia in poche ore. Le contestazioni (e gli insulti) si susseguono ma a leggere bene si trovano anche tantissimi messaggi compiaciuti e divertiti. Soprattutto da parte di altri pescatori che da anni protestano per l’assalto di gabbiani (e delfini) a danno delle loro reti.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento