Anno record per il grifone in Abruzzo: 38 nuovi nati

Castel di Sangro (L’Aquila) - La mitologia lo descrive come un uccello con la testa d’aquila e il corpo - alato, naturalmente - di leone. In questa veste è stato adottato come simbolo da diverse città, per esempio Genova e Perugia.

Tuttavia, il grifone non è una creatura che appartiene soltanto alla mitologia, come invece i draghi. È un uccello rapace di grandi dimensioni, un tempo piuttosto diffuso ma oggi in numero ridotto. Per questo i grifoni vengono accuratamente controllati e monitorati.

Proprio i dati raccolti hanno permesso di scoprire che è stato un anno da record, il 2017, per il grifone in Abruzzo : il monitoraggio della riproduzione, svolto da febbraio ad agosto dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Castel di Sangro, ha permesso di confermare l’involo di 38 nuovi nati dai 6 siti di nidificazione, a coronamento della stagione riproduttiva del 2017. Continua quindi il trend di crescita della popolazione, che già nel 2016 aveva visto l’involo di 31 nidiacei.

Continua qui

Commenti

Post più popolari