sabato 13 giugno 2015

Obiettivo sulla savana: i selfie rubati degli animali


Se la savana fosse un social network, forse sarebbe come Snapshot Serengeti. Il progetto dei ricercatori del Lion Project dell'Università del Minnesota hanno disseminato il parco africano con oltre 225 "trappole fotografiche" per raccontare l'ecosistema catturando le immagini degli animali nel loro habitat. Così il licaone, la iena, il leone e l'elefante sono ritratti con istantanee che ricordano i selfie. Snapshot Serengeti nasce in realtà non solo per studiare il comportamento dei grandi predatori, quanto per approfondire come intere comunità di animali interagiscano fra di loro senza prevalere le une sulle altre. Grazie anche alle ultime tecnologie, il progetto ha raccolto le innumerevoli immagini degli animali che si sono avvicinati alla macchina fotografica. ''Capire come specie differenti riescano a coesistere è un tema fondamentale nell'ecologia moderna perché porta importanti implicazione per la biodiversità che ci riguardano da vicino, come la produzione responsabile del cibo e la sostenibilità del nostro stile di vita nei confronti dell'ambiente. Questa ricerca - è spiegato nel sito - aiuterà a scegliere in futuro le migliori strategie tese alla salvaguardia del Pianeta''

Le altre foto

Nessun commento:

Posta un commento